Vai a…

Showbiznews

Raccontare il business dello showbusiness

Showbiznews on YouTubeRSS Feed

20 ottobre 2018

I WONDER PICTURES fa 5 più 7


Spread the love

In chiusura della stagione dei grandi mercati internazionali, entrano nel listino di I WONDER PICTURES 5 film e 7 documentari.. Nell’ordne, la commedia francese Le Brio con Daniel Auteuil; La promesse de l’aube con Charlotte Gainsbourg; Non-Fiction di Olivier Assayas con Juliette Binoche; Overgod del brasiliano Gabriel Mascaro; We The Animals, il film-rivelazione dello scorso Sundance Film Festival.
Tra i documentari: Libre di Michel Toesca (in selezione ufficiale a Cannes 2018); Matangi/Maya/M.I.A. sulla celebre pop star; The Eyes of Orson Welles di Mark Cousins; il documentario con sequenze d’animazione Flee; il film dedicato ad Alexander McQueen McQueen di Ian Bonhôte; Luther and His Legacy di Peter Greenaway; The Greenaway Alphabet di Saskia Boddeke.

I WONDER PICTURES tra finzione e documentario

La promesse de l’aube

Le Brio (distributore internazionale: Pathé) di Yvan Attal, è una divertente e intelligente riflessione sul pregiudizio e il confronto tra realtà apparentemente diverse.
Sempre dal listino Pathé, arriva in Italia La promesse de l’aube di Eric Barbier, tratto dall’omonimo romanzo autobiografico di Romain Gary, un vero cult in Francia. Il film racconta le mille vite dello scrittore francese Gary, un’esistenza rocambolesca profondamente segnata dal rapporto con sua madre, interpretata nel film da Charlotte Gainsbourg.
Dal catalogo Playtime I Wonder Pictures distribuirà in Italia Non-Fiction, il nuovo film di Olivier Assayas con Juliette Binoche, una commedia ambientata nel mondo dell’editoria che racconta cdi come il mondo in cui viviamo cambi costantemente e il modo in cui riusciamo (o non riusciamo) a reagire a questi cambiamenti.
Dal talento visivo e narrativo del regista brasiliano Gabriel Mascaro (Premio Orizzonti a Venezia nel 2015 con Neon Bull), arriverà in Italia Overgod (seller internazionale: Memento Film) un “vangelo erotico” sulfureo e provocatorio. Joana ha 42 anni, lavora in uno studio notarile ed è una devota Cristiana Evangelica. Al di fuori dell’orario di lavoro, fa sua una missione importante: usare la sua conoscenza della Dottrina per aiutare coppie in crisi. A questo scopo, le invita a partecipare agli incontri del gruppo “Amore Divino”.
Direttamente dal programma dell’ultimo Sundance Film Festival, dove è stato premiato con il Next Innovator Award sorprendendo il pubblico e la critica, che lo ha definito “il nuovo Moonlight”, arriva invece We the animals (distributore internazionale: The Exchange), diretto da Jeremiah Zagar e tratto dal romanzo d’esordio di Justin Torres.

Gli occhi dei maestri

Tra i documentari, dal listino di Jour 2 Fete, Libre – Libero di Michel Toesca, ritratto di Cédric Herrou, un semplice agricoltore che agli occhi di molti migranti è un eroe: dal suo giardino in Val Roia facilita il passaggio di chi cerca di varcare clandestinamente il confine tra Italia e Francia in cerca di una vita migliore.
Storia di arte, trasformazione e crescita quella che ha portato la pop star M.I.A da ragazzina migrante nella cosmopoli londinese a rapper di fama internazionale. Lo scopriamo in Matangi/Maya/M.I.A. (Dogwoof), un viaggio che si fa voce della gioventù multiculturale.
Sempre dal catalogo Dogwoof arriva The Eyes of Orson Welles, diretto da Mark Cousins, che, grazie a ai disegni e ai dipinti prodotti negli anni dallo stesso Welles, riporta alla vita con vividezza le passioni, il genio e le capacità del regista di Quarto Potere ed esplora come il suo genio riverberi tuttora.

THE GREENAWAY ALPHABET

Prodotto da Final Cut for Real e nel listino internazionale di Cinéphil, arriverà in Italia per I Wonder Pictures il documentario con sequenze in animazione Flee di Jonas Poher Rasmussen. Primo investimento nel campo del documentario del Copehagen Film Fund, Flee segue le vicende di Amin, che a 11 anni è costretto a lasciare l’Afghanistan e approdare in Danimarca, dove riesce a stabilirsi grazie a una falsa identità, completamente inventata. Oggi Amin ha 37 anni, ha un dottorato e sta per sposarsi con il suo compagno, ma in qualche modo non ha mai smesso di fuggire dal proprio passato.
Da Embankment Films, I Wonder Pictures acquisisce McQueen di Ian Bonhôte, uno sguardo diretto sul mondo dello stilista e artista di fama mondiale Alexander McQueen, un’esistenza costantemente in bilico tra tortura e ispirazione.
Chiudono l’elenco delle nuove acquisizioni due titoli Widehouse legati al regista e artista Peter Greenaway: nella veste di autore in Luther and His Legacy, in cui il maestro ripercorre la vita e l’eredità di Martin Lutero, le sue contraddizioni, il successo delle sue teorie e le loro conseguenze, e nella veste di protagonista e “oggetto di studio” in The Greenaway Alphabet, diretto da sua moglie Saskia Boddeke.

Print Friendly, PDF & Email

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre storie daDistribuzione

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi