Vai a…

Showbiznews

Raccontare il business dello showbusiness

Showbiznews on YouTubeRSS Feed

16 Dicembre 2018

Lucisano Media Group festeggia i 60 e presenta il piano 2018


Nel giorno del sessantesimo anniversario della fondazione della Lucisano Media Group, la società presenta il piano delle produzioni cinematografiche per il 2018.
Un piano diversificato, che spazia tra i generi, ma sempre nel segno della qualità. Italian International Film, storica casa di produzione cinematografica controllata dalla quotata Lucisano Media Group, ha in cantiere quattro opere.
Si sono appena concluse, infatti, le riprese di Non ci resta che il crimine, una commedia in uscita a gennaio 2019 diretta da Massimiliano Bruno. Incentrata su tre improbabili amici che dal presente si ritrovano catapultati nella Roma degli anni Ottanta, faccia a faccia con la Banda della Magliana, è una commedia che si avvale di un cast in cui figurano Alessandro Gassmann, Marco Giallini, Edoardo Leo, Gianmarco Tognazzi e Ilenia Pastorelli.
In autunno è invece previsto il ciak di Uomini d’oro, una crime-comedy per la regia di Vincenzo Alfieri ambientata in Piemonte e ispirata a un vero fatto di cronaca accaduto negli anni ’90. Nel cast saranno presenti Fabio De Luigi, Edoardo Leo e Giampaolo Morelli.
Inizio riprese a metà ottobre 2018 invece per Mollami! opera prima di Matteo Gentiloni che ha realizzato un road movie che racconta le vicende di due personaggi vividi e opposti, bloccati nella loro adolescenza, che riescono a rompere i loro schemi e la loro solitudine nel corso di un lungo viaggio.
Entro fine anno infine inizieranno le riprese dell’opera diretta da Marco Tullio Giordana. La sceneggiatura è firmata a quattro mani con il giornalista Lirio Abbate e si tratta di un viaggio ad ampio spettro nella corruzione in Italia, fino a giungere alle cronache attuali.

Print Friendly, PDF & Email
Share

Tags: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre storie daProduzione

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi