Vai a…

Showbiznews

Raccontare il business dello showbusiness

Showbiznews on PinterestRSS Feed

22 settembre 2017

Dark Places

Dark Places, i luoghi oscuri. Non sono quelli di James Ellroy (anche se all’inizio del film compare il manifesto di Black Dahlia), ma quelli attraversati negli anni da Libby Day (Charlize Theron).
Da bambina Libby vide la famiglia massacrata dal fratello Ben e ora che è adulta e l’omicida (Corey Stoll) sconta l’ergastolo, il bizzarro Kill Club, tramite Lyle (Nicholas Hoult) le chiede di riaprire il caso e reimmergersi in quel gorgo di tenebre e orrori che aveva cercato di rimuovere.
Il Kill Club è un’associazione di appassionati di cronaca nera che ama ripercorrere le scene del crimine ed è convinta che Ben sia innocente e che da decenni stia coprendo qualcun altro.
Dark Places è tratto da un romanzo di Gillian Flynn (edito da Piemme), autrice anche di L’amore bugiardo-Gone Girl. Ma Gilles Paquet-Brenner (anche sceneggiatore del film) non è David Fincher.
Il film ha un ritmo lento che ricorda telefilm polizieschi tipo Cold Case e neanche Charlize Theron, per quanto brava e immedesimata, riesce a strapparlo alla sua innata abulia.

Print Friendly, PDF & Email

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi