Vai a…

Showbiznews

Raccontare il business dello showbusiness

Showbiznews on PinterestRSS Feed

22 settembre 2017

Pan

Chi era Peter Pan prima di diventare tale? Dopo un prologo nei giardini di Kensington Gardens, ci troviamo in un orfanotrofio dickensiano nella Londra bombardata dai nazisti.
Peter (Levi Miller) e il suo amico Nibs sfidano di continuo l’autorità della dispotica madre superiore Barnabas, fino a che una notte il primo, insieme ad altri orfani, è rapito da una nave pirata comandata dal terribile Barbanera (Hugh Jackman).
La nave ci conduce nell’Isola che non c’è, dove Peter finisce nelle miniere e incontra l’avventuriero James Uncino (Garrett Hedlund). Barbanera ha quasi distrutto l’Isola per trovare il minerale che gli assicura la giovinezza e i nativi si sono ritirati in un luogo inaccessibile, dove custodiscono il segreto per raggiungere il luogo dove si sono rifugiate le Fate.
Aiutato da Uncino e Spugna (Adeel Akhtar), Peter si rifugia tra i nativi, tra cui Giglio Tigrato (Rooney Mara), ma è braccato da Barbanera e dalla sua variopinta e crudele ciurma.
Il film di Joe Wright è una specie di minestrone malriuscito: lo script di Jason Fuchs ha frullato pezzi e bocconi del cinema di genere degli ultimi quattro decenni (Star Wars, Matrix, Pirati dei Caraibi, Cronache di Narnia, Hunger Games e così via) senza riuscire ad amalgamarli. Risultato finale? Un mappazzone indigesto.
Per essere un film sul “ragazzo che sapeva volare” Pan è un prodotto pesante, zavorrato da un eccesso di tutto: riferimenti a questo e a quello, recitazione sovra le righe (Jackman in particolare, gigionesco oltre il sopportabile), musiche fuori contesto (Nirvana, Ramones), trucco, parrucco e costumi bistrati e fastidiosi.
Non c’è magia, leggerezza e nemmeno gotico. Non è un film per bambini (troppo cupo) e nemmeno per adolescenti (troppo infantile) o per adulti (troppo poco noir, troppo poco fiabesco): 150 milioni di dollari di budget sprecati.
Print Friendly, PDF & Email

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi