Repower

Repower, gruppo svizzero attivo nel settore energetico e della mobilità sostenibile, ha affidato al Sole24 ORE e Infodata una ricerca in cui sono indagati 8 settori chiave del nostro tessuto imprenditoriale.
Infodata è un progetto di datajournalism del Sole 24 Ore che analizza i fatti attraverso i numeri
Durante il lockdown, Repower ha voluto rafforzare il rapporto con le più di 35.000 aziende con cui è in contatto.
Ogni focus è composto da un sommario, da un’analisi dei vari cluster di cui si compone il settore e si conclude con i 10 consigli per battere il Covid-19.

Spettacolo e sport

Il settore analizzato in questo focus comprende circa 47.300 imprese, con 34mila addetti, un fatturato complessivo di 12,3 miliardi nel 2019 e un contributo al PIL dello 0,2%
In Italia, le famiglie spendono in media 212 euro all’anno per servizi ricreativi e sportivi e 73 euro per cinema, teatri e concerti.

A causa della pandemia, spettacoli e sport si sono interrotti bruscamente a marzo 2020. Con teatri, cinema e palestre chiuse, l’intero settore si è fermato ed è tra quelli che hanno maggiormente risentito della crisi dovuta al Covid-19.
Anche con la fine del lockdown, sono aumentati i costi di gestione, con ingressi contingentati e nuove misure di igienizzazione. Dall’altra parte, il lockdown ha visto l’aumento dei consumi di contenuti di intrattenimento su piattaforme digitali.
Oltre alle imprese, è stato duramente colpito anche l’indotto del settore, con pesanti conseguenze sul mondo del lavoro.

Prospettive per l’autunno e driver per la ripartenza

Per una larga fetta di pubblico tornare alla situazione precedente in termini di frequentazioni di sport e spettacoli, soprattutto al chiuso, non sarà così facile.
La diffidenza potrebbe rimanere anche a lungo e complicare il mercato anche fino al 2021. Le spese d’intrattenimento potrebbero essere considerate da molti un costo comprimibile: a fronte di situazioni economiche familiari negative, i soldi per corsi sportivi, teatri o cinema potrebbero essere i primi a essere risparmiati.

Tra i driver per la ripresa, il Report individua prima di tutto la tecnologia, indispensabile per regolare accessi, garantire utilizzi delle strutture alla massima capienza, ma anche, grazie ai canali digitali, creare community attorno alla propria attività.
Potrà essere utile anche la definizione di offerte esclusive e di “experience” dedicate, per incrementare la spesa media per cliente. A livello di filiera, strategie di integrazione potranno rafforzare le imprese del settore. Infine, anche in questo comparto la sostenibilità sarà una leva importante per creare brand awareness e fidelizzazione.

Print Friendly, PDF & Email
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi