Le confessioni arriva in libreria con Skira: la storia del monaco Roberto Salus invitato a un summit di ministri dell’Economia del G8 da Daniel Roché, direttore del Fondo Monetario Internazionale, che in una notte drammatica gli chiede di essere confessato, è ora un libro.

Il testo, firmato da Roberto Andò e Angelo Pasquini, è a cura di Marco Olivieri, con fotografie di Lia Pasqualino (160 pagine, euro 19,50).
Andò è un regista di teatro, opera e cinema. Il suo romanzo d’esordio, Il trono vuoto, edito da Bompiani, ha vinto il premio Campiello Opera Prima. Olivieri, giornalista professionista e dottore di ricerca, scrive per la Repubblica edizione di Palermo, è critico cinematografico del settimanale Centonove ed è autore della prima monografia su Roberto Andò: La memoria degli altri. Il cinema di Roberto Andò (Edizioni Kaplan, 2013).
Pasqualino, allieva della grande fotografa Letizia Battaglia, ha pubblicato Il manoscritto del principe (Federico Motta, 2000), Intorno a Viaggio segreto (Contrasto, 2006), Prove di Memoria (Il Ramo d’oro, 2013). Pasquini, sceneggiatore, regista, scrittore satirico. Tra i fondatori del settimanale satirico Il Male. Tra le sue sceneggiature La terra, Le amiche del cuore, Un eroe borghese, Barnabo delle montagne, Sud, Domani accadrà. È autore del soggetto de Il portaborse. Ha scritto e diretto Santo Stefano.

Print Friendly, PDF & Email
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi